“Que mi escuela fue la calle, que en la vida pierda o gane, yo te lo juro por esta, que yo nunca cambiaré”.

Non importa sapere lo spagnolo per capire quanto Carlitos Tevez sia il giocatore del pueblo, un ragazzo di strada rimasto fedele al suo Fuerte Apache dopo aver fatto faville in giro per il mondo. Ecco il video del suo ritorno alla Bombonera, con il bacio a “la cancha”, lo striscione di Maradona e famiglia con su scritto “Gracias por volver” e uno stadio intero che si stringe in un abbraccio collettivo verso uno dei suoi figli prediletti.