1 min read

1988, Coppa Uefa. Una di quelle prodezze che valgono un’intera carriera. Protagonista assoluto Nicolino Berti, che irrompe improvvisamente all’Olympiastadion come un fulmine a ciel sereno. 70 metri palla al piede, dritto per dritto, e pallone in rete con un tocco morbido per il 2-0 dell’Inter in mezzo alla neve di Monaco. Una caccia alla volpe col lieto fine, raccontata dalla voce vintage di Bruno Pizzul.