Appunti sparsi sulla settimana di pallone ep.6

4 min read

Appunti Sparsi (aka Lo Stephan El Shaarawy delle rubriche settimanali) era davanti ad un bivio e – nonostante l’indecisione da closing – ha optato per mandare al diavolo le Nazionali e concentrarsi in un episodio social, troppo social.

1. Ibrahim Ba dal nulla

Vi ricordate Ibrahim Ba? Comparsa nel Milan di inizio millennio, ha segnato un gol con la maglia del Perugia (!), ha girato il mondo tra Bolton, Bordeaux, Rize e Stoccolma (!!) e ha un profilo Instagram più sottovalutato del suo ossigenato ai tempi d’oro. È nato a Dakar, ma ha voluto giocare per la Francia, con la cui Nazionale maggiore ha pure segnato due gol. La sua pagina Wikipedia è curatissima: si va da quando a Milanello valeva quanto un peperoncino legato al portachiavi ai precoci soprannomi affibbiatigli da Silvio Berlusconi. Forse Ibrahim Ba ha un addetto stampa che gli cura le public relations. Di certo non ha un social media manager.

Posta un selfie dell’amico Maldini in cui lui NON C’E’, foto in bianco e nero di lui e Sheva, gli auguri ad un ragazzino che gioca nelle giovanili del Milan. Ibrahim detto Ibou Ba, uomini come non ce ne sono più.

 

2. Florentin Pogba, fratello di Paul

Florentin Pogba ad oggi ha 125mila followers su Instagram, nonché un account verificato che lo rende sostanzialmente un personaggio pubblico. Sopraffatto dalla libidine della popolarità, si permette di postare video in cui dribbla Zlatan mandandolo gambe all’aria.

https://www.instagram.com/p/BQnKFmYDN6t/?taken-by=florentinpogbaofficial

Altro video: suo fratello Paul sta facendo un video su Snapchat, lui filma il fratello che filma lui. Perlomeno in didascalia mette la faccina che abbiamo anche noi: quella pensierosa. Dettaglio: il video è editato con la banda orizzontale Pogba vs Pogbaaa tipica di Snapchat. Allora anche Florentin sta filmando con Snapchat. Allora ha scaricato il video da “social giallo” per poi caricarlo su Instagram. Ma è così bello questo video? La mia testa è già diventata contenitore di brodo primordiale.

https://www.instagram.com/p/BQkS3Lchtzp/?taken-by=florentinpogbaofficial

Florentin è a Dubai per le vacanze. È su una barca, ha occhiali, barba, anello e cappellino molto aggressivi e veste la canotta di Kevin Durant (passato a Golden State da diversi mesi). Segue un elenco delle poche persone sulle quali una canotta di KD starebbe ancora peggio:

-Russell Westbrook

-Christian Abbiati

-José Mourinho

https://www.instagram.com/p/BOaKfuIhliW/?taken-by=florentinpogbaofficial

Quando stai per uscire con l’hottest album of the year (ft. A.S.S.E.), ma il membro della famiglia che conta non sei tu.

https://www.instagram.com/p/BM4KniRhj1c/?taken-by=florentinpogbaofficial

 

3. Pol Lirola, faccia strana

Il terzino spagnolo del Sassuolo è pure un bel ragazzo, ma a volte, non so, fa una faccia strana (qui invece era semplicemente un guaglione ancora all’oscuro della patina di Instagram).

Farsi selfie con Lemina su un aereo diretto in Australia, inoltre, potrebbe essere la massima forma di esoterismo juventino dai tempi del Malaka Martinez.

 

4. Due scatti di Zio Didier

“La vita offre ad un uomo che invecchia un grande privilegio: l’abilità di rivivere con facilità i più cari ricordi della fanciullezza”. Bellissime parole Didier, ma che cavolo hai ai piedi? E perché quei sandali minimalisti dovrebbero farti rivivere la gioventù?

Qui sotto invece Drogba farà sentire voi e le vostre prossime vacanze ad Ibiza come i difensori di Chicago quella volta.

https://www.instagram.com/p/BQ2rIyYjP_J/?taken-by=didierdrogba

 

5. Lorenzo Tonelli allo specchio

Lorenzo Tonelli (e la sua compagna Claudia) hanno da poco avuto un pargolo. Si chiama Matia con una T e nei due scatti che seguono si apprezza come il difensore del Napoli sappia passare coscienziosamente dall’elegante al casual-rap-2.0-strato-su-strato, mentre @la_manz è sempre molto creativa. Motivo d’orgoglio per la coppia dev’essere lo sfondo, rimasto inalterato, allegoria della morigeratezza interiore di LT62.

 

6. Sono Trent Sainsbury, vi ricordate di me?

Sì, ma ce ne fregava poco prima e ce ne frega poco ancora. Con affetto: App.Sp.

Accompagnate le sue foto da turista milanese/calciatore a tempo perso/Aussie del terzo millennio ad un sottofondo musicale particolarmente grave. Mentre leggete l’elenco di giocatori nerazzurri che hanno giocato più di Sainsbury questa stagione (cioè più di zero, *emoji degli occhi che guardano indietro*) – se riuscite – fatevi due risate per sdrammatizzare.

-Sienna Miangué

-Marco Andreolli

-Assane Gnoukouri

-Andrea Pinamonti

-Gabigol

-Felipe Melo

-Stevan Jovetic

(Ma questi ci giocano ancora nell’Inter? Mah).

View this post on Instagram

Exploring this beautiful city! #milan

A post shared by Trent Sainsbury (@trentsainsbury) on

 

7. Ciro Capuano e il fascino delle minors

I tempi di Capuano! PUM! Trentacinque metri! sono incredibilmente lontani. Ciro vanta oltre 100 presenze col Catania: qui ha conosciuto Nicola Legrottaglie e da lui si è fatto battezzare come atleta di Cristo – in senso spirituale, s’intende.

Ora, a 35 anni compiuti, è sceso in Lega Pro e gioca per la Lucchese. Ha meno di 500 seguaci (!) e posta il cappuccino che il suo barista di fiducia gli fa nelle mattine in cui ha due secondi da perdere. Scorrendo il suo profilo Instagram, mi è sembrato una persona un po’ sola: perché mai un calciatore dovrebbe augurare buona cena ai suoi seguaci? Perché mai un cuore? Perché mai una foto in cui (si interpreta) sembrano esserci moglie davanti all’i-Pad e figlia davanti ad una mega TV? Avrà infine notato Ciro Capuano che qui una pizzeria dà all’Akragas Calcio il benvenuto senza l’accento sul verbo?

Il nostro terzino preferito del quale non ricordavamo la venuta su questo pianeta ride (con sé stesso, più che altro) pure di un pomodoro (?) dalle strane protuberanze.

Un’ultima foto di Ciro Capuano, che grida TERZA CATEGORIAAAAA da ogni pixel.

 

8. Memphis con stile

Memphis #chestile© Depay augura un buon b-day ad un soggetto non meglio identificato. Lo fa postando una foto in cui indossa un giubbotto di jeans sopra la canotta di Stephen Curry, con tante catenine o catenone penzolanti. Occhiale neoclassico, doppio orecchino vistoso alla CR7 e nemmeno il cappello è così male. Nota di merito per il tatuaggio che fa capolino dal petto, perché Memphis cura ogni dettaglio del suo look.

 

Qui è col suo bro Jay e indovinate un po’? Ha un sacco di stile, anche in un’epoca nella quale avere un sacco di stile è un sacco soggettivo, mondano e borghese.

Per foto molto belle di Memphis (che sorride anche, non come in campo), che sembrano un quadretto idilliaco tanto sono perfette, vedi sotto.

https://www.instagram.com/p/BPM4DhChZJH/?taken-by=memphisdepay

 

9. Neymar monotematico

Neymar Jr. ha un profilo Instagram molto monotematico. La sua didascalia più usata (Que Deus nos abençoe e nos proteja) è davvero abusata. Spesso si limita anche all’emoji di un pallone. Neymar mi piace perché non è impegnato: un millennial che veste millennial e condivide foto millennial. Sono carine, però, anche quelle poche volte che esce dagli schemi: qui è in compagnia di una bottiglia e due amiche, qui sciocca i Natal-tradizionalisti e infine qui dovrebbe esserci lui sotto il travestimento da Spiderman e dovrebbe essere sempre lui quello sulla gigantografia a parete. Insomma, Neymar è venticinquenne normale. Solo che è il Prescelto del calcio brasiliano, e tutti gli altri non lo sono.

https://www.instagram.com/p/BR_vRoLjdSf/?taken-by=neymarjr

10. Tweet sparsi™